Dello scrittore irlandese noto per i suoi racconti del mistero, viene proposto un racconto pubblicato nel 1838 e incluso nella raccolta I misteri di Padre Purcell. Calvino descriveva l’autore come un professionista della ghost story, della storia di spettri, in quanto non scrisse praticamente altro che storie di fantasmi e d’ orrori. Lo spettro e il conciaossa si basa su una superstizione diffusa nel sud dell’Irlanda: che il cadavere sepolto di fresco sia obbligato, nei primi tempi di permanenza, a fornire acqua fresca agli altri inquilini del campo