Della sua voce si sono innamorati a milioni, maniaci del bel canto e tifoserie da loggione, intellettuali come Pasolini e sommi interpreti di canzoni come Mina, affascinata dal suo timbro così “artificiale, totale” e dalla sua “devastante personalità”.
Carmelo Bene, genio del teatro del ‘900 disse di lei: “La voce dell’opera si è fermata con la Callas, una perfezionista, nel senso che perfezionava i suoi difetti, come tutti i geni”. E Zeffirelli, che a lei ha dedicato un omaggio cinematografico (Callas Forever, 2001), scrisse: “Quella voce ci affascinò come un sortilegio, un prodigio che non si poteva definire in alcun modo, la si poteva soltanto ascoltare come prigionieri di un incantesimo, di un turbamento mai esplorato prima. Ma non si può rendere appieno la tempesta di emozioni che suscitava in chi l’ascoltava per la prima volta. Perché Maria è un regalo di Dio che non si può definire nel tempo: Maria c’è sempre stata e ci sarà per sempre”.

Maria Callas è considerata la più grande cantante lirica del Novecento. Non fu solo l’unicità del timbro, l’estensione e la vibrazione che la sua voce era in grado di regalare, ma anche la drammaticità delle sue interpretazioni, il realismo psicologico che sapeva creare partendo da personaggi noti, persino inflazionati del teatro musicale che con lei prendevano vita in modi nuovi.
C’è la sua vita passionale e tormentata dietro il suo profilo artistico, una vita che ha segnato le sue conquiste più straordinarie e le rinunce più dolorose: il conflitto con la madre, la separazione dei genitori, il matrimonio con il suo pigmalione, ma soprattutto l’unico amore, immenso e impossibile, quello per Onassis.

Le iniziative per ricordare la Callas sono numerose. Una mostra a Parigi, l’ultima città in cui visse e in cui morì, racconta il soprano attraverso documenti d’archivio guidati dalla voce stessa della diva. Titolo Maria by Callas. A Milano, al museo teatrale Piermarini, un’altra mostra esibisce i costumi di scena utilizzati alla Scala. Sul versante discografico, si segnala il cofanetto di 42 Compact Disc della Warner Classics dal titolo Maria Callas Live.

In questa breve clip audio la biografia umana e artistica di Maria Callas viene proposta insieme all’ascolto di tre sue celebri interpretazioni, tratte da questa pubblicazione:

Vissi d’arte, da Tosca di Giacomo Puccini

Casta diva, da Norma di Vincenzo Bellini

Sempre libera, da La Traviata di Giuseppe Verdi