Canale - 100 canzoni per…

100 CANZONI DI 50 ANNI FA (1969)

Anno miracolato il 1969. Se lo si guarda con la consapevolezza di oggi, uscirono una quantità di album e singoli destinati a restare, debuttarono gruppi e artisti importanti, ebbero luogo eventi che hanno segnato la storia della musica pop e rock, a partire dal Festival di Woodstock, e film la cui colonna sonora divenne un culto, come Easy Rider. Fuori i nomi allora: debuttano i King Crimson, i Santana, Crosby Stills e Nash, Joe Cocker, i Led Zeppelin, i Blind Faith e i Colosseum, i cui primi album furono da subito pietre miliari. Tra le conferme: Jethro Tull (Stand Up), Janis Joplin (I Got Dem Ol’ Kozmic Blues Again Mama!), Jefferson Airplane (Volunteers), Creedence Clearwater Revival con un paio di singoli memorabili (Proud Mary e Green River), l’opera rock degli Who (Tommy) e l’ultimo capolavoro dei Beatles (Abbey Road). Ma non basta, perché se scorriamo le classifiche dei 45 giri troviamo Space Oddity di David Bowie, A Salty Dog dei Procol Harum, un classico del R&B come Get Ready dei Rare Earth, Atlantis di Donovan, Oh Happy Day degli Edwin Hawkins Singers, The Ballad Of Bonnie & Clyde di Georgie Fame, la pruriginosa Je t’aime moi non plus di Serge Gainsbourg e Jane Birkin, Flash di Duke of Burlington, Crimson and Clover di Tommy James and the Shondells, I’ve Gotta Get A Message To You dei Bee Gees e molti altri evergreen. Se poi guardiamo all’Italia, il panorama è altrettanto ricco di brani indimenticabili, pur senza toccare le vette raggiunte dal pop/rock angloamericano, da Zingara a Un’avventura, da Ma che freddo fa a Rose rosse: canzoni per il grande pubblico arricchite da numerose cover anche al contrario, quando gli stranieri incidevano in italiano (Wilson Pickett, Dalida, Mary Hopkin). Tutto questo e molto di più nella colonna sonora che rievoca un anno spartiacque fra l’innocenza del Beat e la maggiore età del rock anni Settanta. Buon ascolto…

InDimenticabili