Canale - 100 canzoni per…

100 CANZONI DEL SESSANTOTTO

Cinquant’anni fa dalle aule universitarie partì il via alla contestazione, che in breve tempo si estese a tutti gli aspetti della vita pubblica e privata: lo stato, la giustizia, il lavoro, la famiglia, la televisione e così via. La musica agì da collante a quelle esperienze, scandendo le marce di protesta contro l’invasione del Vietnam, portando un vento nuovo in chiesa – la chitarra, la messa beat – ma soprattutto creando un forte senso di comunità attorno a valori e idee di rifondazione. Tuttavia, la colonna sonora del 1968 non è quella che si potrebbe pensare a mezzo secolo di distanza: c’erano sì le canzoni impegnate e le star alternative al sistema, ma le classifiche dei dischi ci presentano un quadro assai diverso e – per molti versi – più rassicurante: canzoni d’amore, ballabili, musical americani e pop per adulti dominano le Hit Parade in Italia e all’estero. La colonna sonora di quell’anno è dunque prevalentemente centrata sui successi di Sanremo, del Cantagiro e del Disco per l’Estate, e solo qua e là spuntano canti di lotta e protesta che negli anni a venire avrebbero tirato la volata al repertorio della canzone politica. Come in una macchina del tempo, ecco le cento e (molte) più canzoni di quell’anno, per ricostruire una scaletta radiofonica dell’epoca, rievocare un’atmosfera, sfatare qualche facile mitologia.

 

 

InDimenticabili